Nasce HUB91: laboratorio di idee e progetti della provincia di Frosinone

Esiste una società sana, fatta di persone che lavorano con passione per migliorare le cose e se queste intelligenze si mettono insieme, hanno la possibilità concreta di cambiare la realtà di un territorio. Parte da questo presupposto Hub91, un manifesto di “intelligenza collettiva” che nasce come stimolo continuo ad alzare l’asticella delle scelte, politiche e amministrative, a partire dalla provincia del basso Lazio. Il primo incontro di questo laboratorio si è svolto sabato presso la Saletta delle Arti di Frosinone e tra i partecipanti c’era anche la consigliera regionale Daniela Bianchi

Camera di Commercio e Fab Lab Frosinone, nasce una nuova collaborazione

Una collaborazione unica che nasce dall’incontro di due mondi, spesso distanti e diversi tra loro, come sono a volte le istituzioni e un laboratorio di inventiva. Questa volta, però, non solo le istituzioni si sono incontrate con realtà innovative ma per quanto grazie alla sensibilità e alla rapidità della Camera di Commercio di Frosinone è stata data vita all’intesa tra l’Ente camerale e Fab Lab Frosinone per il lancio di un nuovo laboratorio di fabbricazione digitale e una scuola internazionale di alta formazione per promuovere l’industria e l’artigianato ciociari.

“TUA – Territorio dell’Uomo Antico” Corso di formazione Paleontologia 2.0

Corso di formazione finanziato dalla Camera di Commercio di Frosinone

Il territorio del Lazio meridionale racchiude numerosi siti paleontologici e archeologici‐preistorici, riferibili soprattutto agli ultimi due milioni di anni, che rappresentano un patrimonio culturale unico in Italia e in Europa. Se questi giacimenti sono ben conosciuti dalla comunità scientifica internazionale, il grande pubblico ne è quasi completamene all’oscuro.

Due ciociari tra gli inventori del Maker Faire di Roma

“Noi non viviamo semplicemente ma creiamo” è quanto afferma il guru Dale Dougherty, il fondatore, il presidente e Ceo dei Maker Media. Ma chi sono i makers? Sono persone che giocano con la tecnologia, che vogliono capire come funzionano le cose, metterci le mani e modificare il mondo che hanno intorno.

Giocando, inventando, creano e modificano la realtà. “Siamo tutti dei creatori” dice Dale. E quanto sia vero è stato dimostrato proprio dal Maker Faire che si è concluso ieri a Roma. Tre giorni in cui i “makers” hanno mostrato al mondo le loro invenzioni: tecnologia a basso costo, design, arte, sostenibilità, modelli di business alternativi. Non c’è limite come non c’è limite all’immaginazione.